N.W.D.P. – New Wave of Disco Polo

 

NWDP_postergallery_front_enlarged

NWDP_postergallery_front

NWDP_postergallery_back

 

N.W.D.P – New Wave of Disco Polo
Digitally printed advertising posters, screenprint and digital print on t-shirts and totebags, various sizes, 2015.

gh

newwaveofdiscopolo_frontlow

newwaveofdiscopolo_backlow

 

discopolo_b&w

discopolo_color totebag

 

polo02_edit

polo01_edit

 

In 2015, while attending the postgraduate course in Interdisciplinary Printmaking in Wroclaw, Poland, I had the chance to work on a public art project, based on the advertising poster concept and its artistic reinterpretation.
Being interested in vintage dance music, I didn’t need much time to discover the most hidden and unconfessable secret of the Poles, that kind of music that is considered very uncool and deplorable by most of the people living in the big cities, but secretly loved in all the villages and at the wedding parties, that is Disco Polo.
It is relevant to note that when Disco Polo was born, in the beginning of the 90’s, it has been influenced by Italo Disco of italian origin which at that time was still having a lot of success in Poland.
Imagining a new, improbable reboot of this musical genre I decided to launch the N.W.D.P. project: New Wave of Disco Polo, trying the impossible task of making cool and hip something that it is in fact the totally opposite. Showing  unlikely products (beautiful trendy t-shirts) and surreal claims (“Disco Polo has never been so cool” or “Back to the 90’s with the sound of the 80’s”) the posters banter with a famous fashion brand and twist the original meaning creating a parody of the fashion world, at the same time bringing to light something that is the farthest thing to what  is considered chic and socially accepted.
N.W.D.P. project has also received green light from the director of “Disco Polo” movie Maciek Bochniak, that premiered in the same period (spring 2015).

Nel 2015, durante la frequentazione del corso “Interdisciplinary Printmaking” a Breslavia, in Polonia, ho avuto l’occasione di realizzare un intervento artistico di public art, con a tema il poster pubblicitario e la sua reinterpretazione in chiave artistica.
Essendo particolarmente interessato al mondo della musica dance vintage, non ci ho messo molto a fare la conoscenza del segreto più nascosto ed inconfessabile dei polacchi, quel tipo di musica di cui non vogliono assolutamente parlare ma che tutti conoscono benissimo. Parliamo del Disco Polo, genere musicale considerato uncool e deplorevole dai più, segretamente amato soprattutto nei villaggi e alle feste di matrimonio.
E’ doveroso ricordare come il Disco Polo delle origini, agli inizi degli anni ’90, sia stato influenzato dall’Italo Disco di matrice nostrana che a quel tempo riscuoteva ancora grande successo in territorio polacco.
Immaginando quindi un nuovo improbabile rilancio di questo genere musicale ho deciso di lanciare il progetto  N.W.D.P.: New Wave of Disco Polo”, tentando l’impresa impossibile di rendere cool qualcosa che non lo è affatto. Costellati da inverosimili prodotti (stupende magliette alla moda) e surreali claim pubblicitari (“Disco Polo non è mai stato così cool” o “Ritorna agli anni ’90 con il sound degli anni ’80”) i poster fanno il verso ad un noto marchio di abbigliamento e ne stravolgono il significato creando una parodia del mondo della moda, portando allo stesso tempo in superficie qualcosa che è agli antipodi di ciò che è considerato chic e che solitamente vive all’ombra della cultura officiale. N.W.D.P. tra l’altro ha ricevuto l’ok dal regista del film “Disco Polo” Maciek Bochniak, che è stato presentato per la prima volta al pubblico polacco nello stesso periodo (primavera 2015).